FACCIAMOCI I TEMPI VOSTRI - GP di OTTOBIANO





Nell’analisi delle prestazioni viste domenica 21 luglio non possono passare inosservati i Best Lap fatti segnare nelle varie categorie OHVALE GP-0. Tutti i record di categoria sono stati rivisti, frutto di un costante lavoro nel migliorare la preparazione atletica e tecnica dei piloti. I team dimostrano sempre più la loro competenza e ci regalano weekend davvero unici.



GP-0 190 Daytona



 

Nella SportGP Daniel Da Lio #8, in un giro capolavoro nelle Q1 del sabato, stacca il crono a 59,937. Primo pilota Ohvale GP-0 a scendere sotto il muro del minuto. Nella stessa categoria (Daytona) lo seguono a ruota Andrea De Nardo #113 vicinissimo con il suo 1.00,230, Pighin Nicholas #20 a 1.00,933 e Alessandro Agostini #84 con 1.00,979. Agguanta il quinto posto uno smagliante Franco Zenatello “Frank” #47, che non si è fatto intimorire dalla concorrenza e stampa un importante 1.01,696.


 

 

 

 

Bravi e determinati i tre Rookies della 190 Daytona che promettono già una gran bagarre con gli avversari più grandi. E di fatti è Nicola Tonolo #80 a segnare il loro miglior tempo in 1.02,350, segue Krsvan Enej #64 a 1.02,581 e chiude il Crono Podio Savary Valentin #16 a 1.03,286.  

 

 


 

Nata come categoria di ripiego, la 190 Daytona Agonisti sta diventando sempre più avvincente e ricca di colpi di scena. Equilibrata nelle prestazioni, a Ottobiano ha visto i primi tre girare in tempi di tutto rispetto. Capitanati da Vargiu Giacomo #34 che ci regala un best in 1.02,426, a sua volta braccato da uno scatenato Matteo Casali #91 con 1.02,506 e da Giorgio Guerra #103 a 1.02,919. Si distinguono anche il detentore del quarto tempo di classe Penzo Fabrizio #55 che fa segnare un ottimo 1.03,344 e Francesco Colombo #7 che spunta il suo 1.03.585.


 

 

GP-0 160



 

Ragazzi tremendi i Rookies con le loro GP-0 160. 5 piloti in appena 555 millesimi. Capitanati dal irriducibile Riccardo Trolese #101 con 1.01,096, segue Vittorio Volpato #5 a 1.01,291, terzo tempo per Leonardo Abruzzo #25 con 1.01,475 mentre in quarta posizione si inserisce da gradito ospite Matteo Masili “Titino” #46 con il tempo di 1.01,520. Chiude il filotto Giacomo Zannoni #40 con 1.01,651.


 

 


 

 

Ottime le prestazioni anche della fazione “adulti”, dove il Re Favero Yari #8 segna 1.03.676 come tempo più veloce della batteria avvicinato solo da Elia Marescutti #11 a 1.03.727 (49 millesimi!!!! 😊). Da segnalare Samuele Mannini #10 new entry che al suo secondo appuntamento in gara si agguanta il terzo crono con 1.04,029. Di poco in ritardo Michele Giordan #87 fissa il tempo a 1.04,723 braccato a pochissimo da Luca Dal Zotto #81 a 1.04,866.


 

GP-0 110 4SPEED


 

Non si sono fatti pregare i 5 moschettieri della piccola GP-0 4 Speed, e difatti i tempi quasi fotocopia vedono Schmid Maxime #95 stampare 1.03.296, braccato da vicino dal nuovo leader della classifica 110 4S Thomas Bonomi Mendez #369 a 1.03,560, terzo tempo sigillato da un sempre più solido Gabriele Masarati #7 con 1.03,628. Davide Ferrazzi #77 regala certezze al Dolomiti Corse siglando il quarto crono con 1.03,680, e chiude una splendida new entry tutta inglese, Garness Jhonathan #57 che con il crono di 1.03,704, a soli 408 millesimi dalla vetta, si prende un posto da protagonista nelle splendide giornate di Ottobiano.

 

 

GP-0 110 AUTOMATICA



 

Categoria in costante crescita la 110 automatica, con i nostri piccolissimi che continuano a mischiare le carte con il ritmo dei loro continui progressi. Questa volta il Re Pierfrancesco Venturini #3 deve accontentarsi del secondo miglior Crono fermandosi a 1.07,914 mentre il più veloce in assoluto si conferma Michielon Erik #10 con uno strepitoso 1.07.745. Alza la testa Rayan Golfre Andreasi #25 che con un 1.08,749 conferma delle buone prestazioni e lotta per prendersi il secondo posto in campionato. Il quarto tempo se lo accaparra Tristan Carbonel #226 a 1.09,536 che, dopo un inizio campionato un po’ incolore, inizia a ingranare un buon passo e trova il suo posto. Chiude i best five crono Christian Ferrari #19, con un buon 1.10,207 conferma la bontà della sua preparazione.

 

CNV Selettiva Nord – I due Re

Manca ancora l’ultimo appuntamento della selettiva Nord ma due categorie hanno già incoronato i propri Re.

 

Venturini Pierfrancesco #3 – Campione Ohvale GP-0 110 Automatica Nord

10 anni compiuti lo scorso gennaio, tanta grinta e un sorriso immenso. Pierfrancesco mette il sigillo alla categoria 110 automatica e con ben 71 punti di vantaggio sul pepatissimo Golfre Andreasi Rayan, si laurea campione di selettiva. Già l’anno scorso ci era andato vicino conquistando solo (si fa per dire) il secondo posto a 12 punti dalla vetta. Quest’anno, per assurdo, è stato ancora più difficile. Tanti gli avversari che gli hanno reso complicata la sfida, ma forse a Pier le sfide difficili piacciono, eccome. Con 5 vittore, 2 secondi posti e 1 quarto nelle prime 8 manche di campionato, ha segnato ritmo e dettato legge. Ora ancora una sfida da affrontare: La Finale CNV 2019 il prossimo 5-6 ottobre nello splendido circuito di Adria International Raceway, dove cercherà di riconfermare il Titolo Nazionale conquistato l’anno scorso a nella sua Latina. Il futuro lo vedrà sicuramente su una 110 4 Speed, moto che già quest’anno ha assaggiato con qualche wild card. Sicuramente lo vedremo ancora come protagonista anche nel 2020.

 

Favero Yari #8 – Campione Ohvale GP-0 160 Leggeri Nord

È uno dei visi più noti dei paddock CNV Nord, dopo il titolo conquistato nel 2017, l’anno scorso lo ha visto lontano dalle gare, diceva che doveva riordinare le idee. Beh, sembra che l’ordine e la determinazione siano ripristinati in modo impeccabile. In questa stagione non ha ma visto uno scalino diverso dal primo, sempre in vetta e con i suoi 240 punti pieni si aggiudica il campionato con una gara in anticipo. Forte del supporto del Team Favero Racing e Bi Karting, e forte di una grandissima determinazione ha segnato il passo e dominato tutte le piste del campionato. Ora anche per lui, la concentrazione va verso La Finale di Ottobre, dove troverà ancora una nuova sfida cercando di riconquistare quel titolo Nazionale che gli manca dal 2017. Tutti gli occhi sono puntati su di lui ma gli avversari di selettiva Centro e Sud non si faranno intimidire e insieme a Yari ci stanno preparando un finale con i fuochi d’artificio.